Affinché la legge sui prodotti del tabacco sia efficace

(at) I prodotti del tabacco si distinguono fondamentalmente dagli altri beni di consumo legali a causa degli ingenti danni alla salute che generano. La Coalizione per una legge efficace sui prodotti del tabacco si impegna pertanto a favore di un divieto generalizzato della pubblicità per il tabacco.

La metà delle persone che fumano, consumando sigarette fiduciosi nella pubblicità, muore a causa di malattie dovute al tabagismo; un quarto di esse muore prima e l’altro quarto dopo i 70 anni. In Svizzera muoiono ogni anno 9500 persone a causa del tabagismo. Questi ingenti danni alla salute giustificano regole più severe nei confronti dei prodotti del tabacco che rispetto agli altri beni di consumo. Per questo la Lega svizzera contro il cancro, la Lega polmonare svizzera, la Fondazione svizzera di cardiologia, Dipendenze Svizzera e l’Associazione svizzera per la prevenzione del tabagismo si impegnano nella campagna BASTA pubblicità per il tabacco.

Sostenete anche voi e la vostra organizzazione la campagna BASTA pubblicità per il tabacco.

  1. La vostra organizzazione conferisce più impatto alla nostra campagna. Favorite annunciarvi da noi affinché possiamo introdurvi nella nostraInitiates file download lista di sostenitori. Opens window for sending emailinfo(at)at-schweiz.ch
  2. Introducete una striscia sul vostro portale e usate la nostra firma elettronica per le vostre mail. Qui potrete scaricare i file adeguati:
     Initiates file downloadStriscia
    Initiates file download Firma elettronica
  3. Qui troverete le nostre rivendicazioni più importanti circa la legge sui prodotti del tabacco.

Gli affari con le sigarette sono confrontati ad alcune preoccupazioni

La clientela dell’industria del tabacco è tendenzialmente in calo, da un lato a causa dei morti di tabagismo e, d’altro canto, a causa di chi smette di fumare. Poiché la maggior parte delle persone che fumano inizia generalmente prima del 21° anno d’età, l’industria del tabacco cerca soprattutto di facilitare il consumo fra i giovani, mediante pubblicità, promozione e sponsoring, per accaparrarsi nuovi clienti.

La salute deve essere posta su un gradino più alto di quello degli affari col tabacco

Per tutelare i ragazzi e gli adolescenti dagli effetti nefasti del tabagismo, occorre che la legge sui prodotti del tabacco fissi un divieto completo di praticare la pubblicità, la promozione e lo sponsoring. Perciò, la Coalizione per una legge efficace sui prodotti del tabacco esige:

  • Che non si pratichi alcuna forma di pubblicità nei media stampati, su Internet e nell’insieme dei media sociali, nell’affissione, al cinema e presso i punti di vendita.
  • Che non sia praticata nessuna incitazione all’acquisto mediante la distribuzione gratuita di prodotti del tabacco, ad esempio offerte da hostess nei club.
  • Che non sia praticata nessuna incitazione all’acquisto mediante prodotti quali abiti o scarpe che rechino il logo o il nome di marche di sigarette e che ricordino costantemente il tabagismo ai giovani.
  • Che non sia praticata nessuna incitazione all’acquisto mediante ribassi sui prodotti del tabacco. I giovani sono particolarmente attenti ai prezzi e sono attratti dalle azioni tipo 3 al prezzo di 2.
  • Che non sia praticata alcuna promozione mediante concorsi o giochi pubblicitari sui prodotti del tabacco.
  • Che non avvenga nessuno sponsoring pubblico né manifestazioni private organizzate dall’industria del tabacco. Infatti, quest’ultima riduce sempre più la pubblicità nello spazio pubblico per rafforzarla in campo privato. Giunge persino al punto di organizzare party privati per i giovani.

I divieti generalizzati sono efficaci

Il divieto di ogni forma di pubblicità, promozione e sponsoring fa diminuire significativamente il consumo di tabacco. Tale è il risultato principale della ricerca «Neue Erkenntnisse zu Marketing und Werbung bei Tabakerzeugnissen/ Marketing et publicité pour les produits du tabac – Nouveaux éléments», pubblicata nel 2011 dalla Commissione federale per la prevenzione del tabagismo.

I divieti parziali, invece, ad esempio limitandosi a vietare di inserire annunci nei media giovanili stampati, sono solo parzialmente efficaci. Vietare la pubblicità solo in certi campi ha come unico effetto di stimolare l’industria del tabacco a spostare la propria pubblicità, sponsoring e azioni promozionali nei campi in cui ciò è ancora ammesso. Oggi, gran parte delle risorse finanziarie dell’industria del tabacco è investita nello sponsoring e nell’incitazione diretta e indiretta all’acquisto.

Se riusciamo a fissare nella nuova legge il divieto di promuovere i prodotti del tabacco estendendolo a quelli legalmente considerati equivalenti quali le sigarette elettroniche, contribuiamo significativamente a fare in modo che le generazioni future fumino meno.

La Coalizione per una legge efficace sui prodotti del tabacco con un divieto generalizzato della commercializzazione dei prodotti del tabacco e dei prodotti ad essi equiparati nella legge, come le e-sigarette, vuole dare un importante contributo per una generazione futura che fuma meno. Per raggiungere questo obiettivo, la Coalizione dipende da un ampio sostegno.

Editrice: Associazione svizzera per la prevenzione del tabagismo
Testo: Nicolas Broccard
Situazione: dicembre 2015